Forza di volontà… ?

Cari condottieri coraggiosi,
a voi posso fare questa confessione, mi sono sempre chiesto cosa possa davvero significare questo concetto. Faccio fatica a pensare che possa concretamente esistere la “forza di volontà”; mi assumo tutte le responsabilità di questa affermazione e, nel esporre il mio personale punto di vista, cerco di dare qualche stimolo all’azione nella speranza che possa essere molto utile alla riprogettazione di noi, delle nostre idee e delle attività che conduciamo.

Avere forza di volontà mi evoca concetti di resistenza, scomoda, antipatica. Quindi la trovo associabile ad azioni, attività che gradiamo poco e che, molto probabilmente, non ci appartengono.

Oggi vi presento un primo lato del mio personale modo di osservare la questione.
Trovo quindi più utile parlare di motivazione, perchè ragionando sulla ricerca della giusta motivazione potrei trovare molte più soluzioni che si riflettono positivamente sulla mia capacità di agire “contro voglia” o di resistere alle intemperie.

Quali sono i motivi per portare avanti questa azione, nonostante tutto?
Dalla mia esperienza sono molto portato a credere che se i motivi che mi spingono ad agire sono deboli e superficiali, difficilmente il solo appellarmi alla mia profonda energia resiliente e resistente potrà supportarmi nel portare a termine il compito.

Per portare a termine la realizzazione di un progetto, quali sono i motivi che mi porteranno a superare ogni sfida e a tirare fuori tutte le mie energie per: rialzarmi se cado, sopportare il freddo, sviluppare pazienza, studiare gli argomenti, investire tempo, etc?

Sono portato a credere che Ulisse sia riuscito a tornare ad Itaca mosso dalla sua grande voglia di rivedere i suoi cari, la sua terra, piuttosto che dalla forza di volontà.

Il mio invito è di ragionare sui motivi solidi, profondi, che possono fare da leva di azione e individuare quelli come una delle guide, del sostegno alla realizzazione di noi e dei nostri percorsi.

Ogni tanto possiamo fermarci e farci delle domande per comprendere quali siano i veri “perché” che ci animano nel percorre una strada.

Nel concreto,

  • Un esercizio che potete fare è fare una bel elenco di almeno 10 motivi che vi muovono.
  • Potete prendervi un impegno ricorrente con una persona per voi importante con cui condividere la meta e tutti i singoli avanzamenti.
  • Potete appendere un cartello sopra al Water con scritto uno dei 10 motivi dell’elenco precedente.
  • Potete fare sport, anche poco, tutti i giorni.

To Be continued… 🙂