Cari Condottieri Coraggiosi,
inutile nascondersi e fare finta di niente, conta sicuramente avere un approccio ottimista e fiducioso nel futuro ma, diciamocelo, è realmente un momento estremamente complicato e complesso in cui ognuno di noi ha la sua parte di disagio e difficoltà.

Stiamo attraversando un periodo molto complicato e difficile da governare e, tra le cose su cui mi trovo spesso ad impattare, c’è l’incertezza e il suo effetto nella vita di tutti i giorni.Il nostro cervello cerca sempre di proiettare cosa succederà nel futuro, ha bisogno di “accendere la luce” nella stanza buia per rassicurarsi; lo fa continuamente! È il suo modo per uscire da stati d’animo che governa difficilmente quelli che generano apprensione perché non si sà cosa accadrà; quindi proietta, ovvero prende informazioni dal presente e crea immagini del futuro. L’attuale situazione di continuo cambiamento, il perdurare di continui cambi di scenari agisce sulla capacità di fare proiezioni più o meno certe, lasciandoci, nella maggior parte dei casi, con stati d’animo difficili da gestire.Questo si amplifica anche perché le sfere della proiezione incerta riguardano aspetti molto delicati come la salute, nostra e dei nostri cari, le opportunità di lavoro e le condizioni sociali.Confesso che sono a corto di lungimiranti consigli in quanto anche io avverto la fatica dei tanti mesi trascorsi in questa situazione, mi limito quindi a condividere i 3 principali processi che, personalmente attuo per convivere al meglio con questo incerto periodo.

  • Area di influenza:
    mi sforzo di continuare ad applicarmi sia nel pensiero che nella pratica a tutto ciò che può dipendere da me e solo da me. Mi dedico ad esempio a progettare, scrivere, creare contenuti, sistemare, riordinare
  • Miglioramento personale;
    studio e mi esercito, leggo e guardo video tutorial per arricchire il mio know-how, non solo professionale.
  • Pratica del qui ed ora;
    mi esercito praticamente nelle cose che realizzano a pieno la mia presenza, sport, suono la batteria e le percussioni.

Nel podcast di oggi approfondisco qualche riflessione in più sulla resistenza all’incertezza, sulla pratica esperienziale e sul self help proprio a supporto del periodo.

Anche questo argomento si inserisce nell’attenzione alla cultura del miglioramento e ne parlo diffusamente durante gli incontri de “Il Sole Dentro dei Condottieri Coraggiosi“, trovi al link tutte le informazioni per partecipare al prossimo.

Potrebbero interessarti anche

Ancora nessun commento, fatti sentire!


Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *