La Pausa estiva

Lentamente ci stiamo avviando verso il periodo di “interruzione estiva”, anche in questo particolare anno non mancheranno i momenti di stacco dalla quotidianità, di interruzioni dall’applicazione lavorativa quotidiana.
Questa settimana ho ricevuto i miei primi “ne parliamo a settembre…” quindi, ci siamo quasi.
L’interruzione è un aspetto molto importante, quasi indispensabile, contiene ricchezza e, seppur breve, diverso dall’optimum che avevamo immaginato è importante prevederlo e viverlo.
Quali sono, a mio avviso, i tre motivi preziosi per cui l’interruzione estiva è necessaria.

  1. FISIOLOGICO. Sportivamente parlando mi riferisco al recupero lungo, ovvero quel tempo regalato al corpo per perdere totalmente la memoria del suo stato di forma consentendo a tutti i microorganismi che lo compongono di ritrovare il pieno vigore. Garantirsi un recupero completo. Ognuno ha il suo modo personale di recuperare sia mentalmente che fisicamente, l’importante è perseguire questo scopo.
  1. IL VAGARE DELLA MENTE. Vacantis, da questo termine latino arriva il nome Vacanza. L’immagine che evoca è significativa, togliere il recinto che contiene i nostri pensieri per farli andare liberi. In questo io trovo bella l’esplorazione che la mente può arrivare a realizzare. Spaziare nella fantasia, lasciarsi portare ed ispirare, magari accompagnati da letture un po’ diverse da quelle che facciamo durante l’anno.
  2. SCRIVERE. Avere sempre con sé un taccuino, su cui annotarsi i pensieri è una cosa che mi piace realmente fare. Non possiamo sottrarci alla nostra identità di Condottieri Coraggiosi e il periodo di pausa può essere un grande momento di raccolta di intuizioni, idee, spunti. Armatevi di penna e partite!

Buona pausa a tutti…

SE TI FA PIACERE RESTARE INFORMATO SUI TEMI DELL’INNOVAZIONE SOCIALE NELLO SPORT, inserisci qui la tua email. Ti invierò degli avvisi in occasione di particolari eventi ed occasioni speciali.

    Se vuoi darmi un tuo parere sui temi trattati nell’articolo scrivi pure nei commenti.

    Autore: Claudio Massa

    Per anni ho faticato a rispondere alla canonica domanda “di cosa ti occupi”, ora, a chi me lo chiede, dico con fermezza “sono un Innovatore Sportivo”. Sostengo con le mie competenze e il mio impegno la realizzazione di idee e progetti di Innovazione Sociale nello sport e nell’educazione. Praticare la cultura di impresa nell’Innovazione Sociale è un percorso che si accompagna alla consapevolezza della propria crescita personale. Pubblico contenuti con riflessioni su esperienze personali, racconti, progetti, idee, errori, esercizi, appuntamenti, materiali didattici, che hanno a che fare con lo Sport per l’Innovazione Sociale. Lo faccio per condividere le mie esperienze e favorire nuove opportunità per persone, enti, territori, aziende e professionisti che si occupano di Sport e vogliono potenziarne i benefici tramite la sua applicazione nell’Innovazione Sociale.

    Potresti essere interessato anche a:

    DAI ENERGIA ALLA TUA MAIL:
    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

      CERCA NEL BLOG

      VIENI IN GIRO CON ME

      IL PODIO DEL MESE

      Inserisci la mail per ricevere il decalogo

        [anr_nocaptcha g-recaptcha-response]


        Inserisci la mail

          [anr_nocaptcha g-recaptcha-response]