Cari Condottieri Coraggiosi,

Proseguendo sul filone della forza di volontà introduco un tema a me molto caro ovvero la riflessione sul Ruolo/identità.

Ne parlo spesso e faccio in modo di generare riflessioni al riguardo perché mi auguro sempre possa sbloccare anche altri così come è successo, e capita ancora, a me nel cercare le strade più efficaci per agire.

Nell’ultimo articolo sulla forza di volontà, invitavo a cercare punti di attacco differenti per favorire una miglior azione da parte nostra. Un buon modo può essere quello di ragionare sul concetto di Ruolo/Identità.

Per identità/ruolo si intendono i “panni” che vestiamo nella nostra vita. Alcuni esempi, identità-figlio; identità-padre; identità-manager; identità-dipendente; identità-fratello/sorella…

Per ogni identità esistono dei comportamenti specifici che si innescano dal momento in cui viviamo il ruolo. Senza la reale adesione all’identità faremo fatica a sviluppare comportamenti propri e specifici di quel ruolo.

Io, ad esempio, sono figlio unico, sicuramente mi mancano tutta una serie di comportamenti tipici che sviluppano le persone che hanno fratelli.

Per migliorare la nostra capacità di agire, per trovare una modalità di azione, nuova, diversa e più efficace, possiamo pensare a come poter avere un ruolo diverso all’interno del nostro progetto, delle nostre attività.

Se foste l’allenatore della vostra squadra sportiva, che ruolo vi dareste per rendere al meglio?

Pensate a quanto può cambiare su un bambino l’indossare la fascia di capitano. Spesso da piccoli capitava che a turno l’allenatore la conferisse ad ognuno della squadra. Tutto si innesta sul carattere di ogni individuo e rende questo principio soggettivo, ma c’è certamente un ruolo che vi potete dare che può riuscire a generare una nuova proattività.

Ecco la puntata del PODCAST Palla al Balzo, in cui trovate altri approfondimenti sul tema.

Potrebbero interessarti anche