Questa riflessione si ispira al film “the matrix”.In genere non amo i film di fantascienza ma, in questo caso, sono rimasto molto colpito, forse perchè lo hanno proiettato in loop sulla nave nella traversata Toscana Sardegna fatta nel 2001.Aneddoti a parte, mi è anche capitato di riguardarlo e, tra i vari spunti ci sono due cose che mi hanno colpito particolarmente, la prima il caricamento degli apprendimenti, la seconda il catartico momento in cui neo, eroico eletto protagonista, nel corso del combattimento finale, inizia a vedere le pallottole. Reso benissimo dal montaggio, quel momento evidenzia proprio il passaggio dell’uomo ad uno stadio superiore di consapevolezza; questo gli consente di poter superare la sfida senza nemmeno fare fatica, stando calmo e sereno. La sua consapevolezza è più veloce delle pallottole e quindi le anticipa evitandole e annullando le armi del nemico.

Questa scena si presta chiaramente ad esprimere la forza, l’imponenza e la possenza che può significare la consapevolezza. Il suo faticoso processo di maturazione trova gratificazione all’improvviso quando, senza nemmeno aspettarcelo, ci accorgiamo di avere un valore da poter esprimere; un quid in più degli altri, un passo diverso, una possibilità maggiore, una forza differente.

Nel podcast vi racconto alcune situazioni vissute nei miei contesti di riferimento legati all’Innovazione Sociale in cui una buona consapevolezza manageriale può rappresentare un valore. Spero possano darvi qualche spunto e molta fiducia in voi e nelle vostre capacità imprenditoriali.

Potrebbero interessarti anche

Ancora nessun commento, fatti sentire!


Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *