DESCRIZIONE INTRODUTTIVA:

«Portate innovazione sociale in quella tecnologica perché senza innovazione sociale, i frutti della tecnologia non si vedranno».  Stefano Zamagni

Leggendo questa citazione del prof. Zamagni, visualizzo l’invito alle persone, agli esseri umani, a comprendere che, la differenza la possono fare loro.

Sono loro che possono alzare la testa e umanizzare i processi a cui, con qualità e professionalità, si stanno dedicando. La tecnologia è solo uno dei campi a cui l’uomo è dedito con abnegazione, ma lo stimolo vale per tutti i settori. Ad imprimere la spinta di orientamento sono le persone.

Tutti abbiamo dei super poteri, sta a noi scegliere quando utilizzarli e dove indirizzarli.

A CHI SI RIVOLGE

Changer, attenti e silenziosi lettori, con la sensibilità per cogliere i messaggi e riflettere se e quando intervenire in modo rilevante al fine di contribuire a realizzare un cambiamento importante.

Professionisti e aspiranti tali, dell’innovazione sociale, soprattutto se sportivi, definibili quindi futuri condottieri coraggiosi.

RACCONTO

Può essere che a molti sia capitato di trovarsi in eventi e presentazioni in cui l’oratore termina di esporre il proprio argomento oppure la fila di ospiti istituzionali finisce la propria presentazione. In quel momento c’è silenzio in sala, e viene chiesto se qualcuno ha domande da fare. Un po’ di imbarazzo, passa qualche momento in cui affiorano i pensieri di possibili domande. Magari se lo trasformiamo in un intervento diventa scomodo, non siamo sicuri che sia opportuno .

Poi interviene colui che rompe il ghiaccio e fa la domanda che sposta, che aiuta la giornata a diventare produttiva, trasforma il tempo di tutti in un investimento utile e produttivo. Questo ci farà sicuramente portare a casa arricchimento personale.

Un altra immagine che mi viene alla mente per raccontare l’intenzione rilevante è di tipo sportivo. Prendere l’iniziativa in un’azione sportiva, indipendentemente dall’esito dell’azione stessa. Magari in una partita di squadra in cui il nostro gruppo è in una fase di difficoltà. Intervenire con un’azione personale coraggiosa, può avere un peso importante sull’andamento dell’incontro e sulle persone che insieme a noi affrontano quell’incontro.

In questo caso possiamo equiparare sia la ricerca di una una giocata sensazionale o inaspettata, alla scelta di svolgere un ruolo utile per la squadra, consapevoli e intenzionali.

IL CONTENUTO DI VALORE

Per arrivare ad apprezzare l’importanza di agire in modo rilevante trovo utile pensare consapevolmente a come cambia la nostra vita, i momenti e le cose che viviamo, quando scegliamo di diventare rilevanti, quando prendiamo la responsabilità di una determinata azione e di ciò che essa genera.

Per approfondire il tema, voglio iniziare descrivendo cosa intendo quando dico rilevante:

“Incidere sull’andamento delle cose, della mia vita, del contesto, del mondo con INTENZIONALITÀ.”

L’Intenzionalità, mette insieme determinazione e consapevolezza, prescinde dal risultato e si basa sul senso di agire, certi che quel comportamento (che può comprendere il non fare) sia il più utile ai fini dello scopo.

Ci sono esempi per spiegare la Rilevanza.

Un adulto è rilevante a prescindere nei confronti di un bambino, serve quindi che sia consapevole e determinato per far si che la sua rilevanza produca “frutti sensati” sulla personalità e sui comportamenti del piccolo.

Intervenire sul volante correggendo improvvisamente la direzione dell’auto è rilevante, soprattutto se evita di andare ad impattare contro un ostacolo.

Riprendendo quindi la citazione iniziale e i riferimenti agli inevitabili super poteri,

relativamente all’innovazione Sociale, la differenza per la realizzazione di un’azione efficace, che genera impatto ed è duratura nel tempo, è frutto della somma di tante scelte intenzionali di persone che determinano di incidere sul risultato finale attraverso azioni consapevoli che, agite entro la loro sfera di influenza, possano portare benefici e valore all’esterno.

Ripercorrendo celebri elementi dei corsi di sviluppo personale, invito tutti ad approfondire il concetto di Mission e Vision per comprendere a fondo come e dove si possono trovare motivi e scopi per essere rilevanti.

Realizzare innovazione sociale dipende dalle persone, dalle loro scelte intenzionali di essere rilevanti.

Diverso da eclatante, agire un’azione rilevante non deve per forza significare di fare qualche cosa di dimensioni immense, può essere anche l’opposto, un’azione unica piccola semplice, fatta con l’intenzione di farla, che innesca un meccanismo utile in un processo più grande.

Nello svolgere un ruolo professionale, possiamo quindi scegliere di essere rilevanti, questa caratteristica, nello sport e nell’educazione, riguarda anche quelle scelte che possono generare Innovazione Sociale. Penso, ad esempio, ai dirigenti scolastici che ho avuto la fortuna di incontrare e che, nell’esercizio della loro funzione hanno abbracciato nuove sfide. Sono stati i primi ad accogliere proposte progettuali innovative rispetto alle modalità ordinarie di condurre i progetti educativi per le scuole.

Stessa considerazione vale per coloro che si trovano a ricevere azioni e attività scelte da altri, magari proprio da coloro che, per essere rilevanti, stanno abbracciando un cambiamento nel tentativo di generare nuovo valore. Un esempio possono essere gli insegnanti o i genitori che si trovano in un contesto del genere. Saper accogliere, sviluppare fiducia, pro-agire insieme ai leader rilevanti e, più in generale, sviluppare comportamenti utili, può essere un ottimo modo per generare rilevanza e quindi far sviluppare innovazione sociale, offrire al cambiamento sperato la possibilità di manifestarsi. In ogni ruolo si può scegliere di essere rilevanti.

Molto spesso, la strada che percepiamo più difficile è quella che crea più valore e più soddisfazione e, soprattutto, siamo noi persone a poter scegliere se e come percorrerla.

Questo ed altri temi nella Mini Rubrica gratuita “progettare professionalmente lo sport nell’Innovazione Sociale” di cui trovate qui sotto gli approfondimenti e le modalità di partecipazione.

Come poter continuare l’esperienza sui temi di questo contenuto:

Quella che ho raccontato in questo articolo, è un estratto di vissuto dell’ultimo periodo. Come potrai immaginare sono arrivato ad intrecciare questa opportunità per il fatto che, quotidianamente, da anni, mi trovo immerso nella dimensione profesionale dello Sport e dell’Educazione per l’Innovazione Sociale. Ci tengo a dare contributo alla diffusione di tutto ciò che è nella mia possibilità per diffondere questa cultura, divulgarne il know-how e condividere opportunità professionali migliorative e di stimolo per i professionisti e le realtà professionali di questo settore. Per questo, sul mio blog, nella mia newsletter, nei miei eventi e attraverso i miei materiali, potrai trovare altri racconti, audio, video, esercizi che trattano il tema e offrono spunti di riflessione. Nelle prossime settimane aprirò, solo per pochi giorni e per un massimo di 25 persone, la possibilità di ricevere la Mini rubrica gratuita di contenuti multimediali, “PROGETTARE PROFESSIONALMENTE LO SPORT NELL’INNOVAZIONE SOCIALE”. Puoi assicurarti fin da ora di essere inserito nel gruppo, cliccando a questo link ed inserendo la tua email.

PROGETTARE PROFESSIONALMENTE LO SPORT NELL’INNOVAZIONE SOCIALE
Mini-rubrica Gratuita di contenuti professionali per Condottieri Coraggiosi.
Real Experience attraverso il progetto “Coach di Quartiere”

I temi saranno i seguenti:
  1. Per il Condottiere Coraggioso:
    • Riflessioni di Mentalità e di approccio professionale all’Innovazione Sociale
    • Primi strumenti di Cultura di impresa
    • Allenarsi all’Innovazione Sociale
  2. Contenuti specifici:
    • Comunità Educante
    • Paternariati territoriali
    • Networking
  3. Materiali:
    • Video didattici
    • Download con schede/esercizio
    • Case History
Un’azione di rilevante orientamento per approcciarsi in modo professionale al tema dello Sport e dell’educazione e progettare azioni efficaci, utili e innovative. Assicurati di essere inserito nel gruppo, clicca a questo link ed inserisci la tua email. I Temi saranno affrontati utilizzando il progetto Coach di Quartiere come caso di studio e esperienza guida per processare i contenuti formativi con un orientamento già pratico ed applicativo di competenze e mentalità.

Potrebbero interessarti anche